Auguri minimi

Ad ogni festa in più che si distacca dalla mia infanzia mi sento triste, senza parole. Costato in eccesso il vuoto intorno a noi. Per farvi gli auguri dunque, vi lascio questa poesia.

Mia cara,
nel bel mezzo dell’odio
ho scoperto che vi era in me
un invincibile amore.

Nel bel mezzo delle lacrime
ho scoperto che vi era in me
un invincibile sorriso.

Nel bel mezzo del caos
ho scoperto che vi era in me
un’ invincibile tranquillità.

Ho compreso, infine,
che nel bel mezzo dell’inverno,
ho scoperto che vi era in me
un’invincibile estate.

E che ciò mi rende felice.
Perché afferma che non importa
quanto duramente il mondo
vada contro di me,

in me c’è qualcosa di più forte,
qualcosa di migliore
che mi spinge subito indietro.

Albert Camus

11074310_10153282404911392_4689548808985091289_o

Foto di Susanita