Biografia

Sono nata il 24 Giugno del 1991 a Catania e fin da bambina mi sono avvicinata alla parola come strumento di comunicazione. Nel tempo è diventato il mio modo di stare al mondo.

Sono laureata in Filologia classica, diplomata alla Scuola Superiore di Catania e attualmente sono dottoranda presso la Scuola Normale Superiore di Pisa con una tesi sulla metafora della tessitura in Dante.

Ho pubblicato nel 2010 il primo volume di poesie “Nel cuore – En thumò” a cui è seguito nel 2013 “Il nome del Nulla”.

Al 2016 risale l’ultima mia silloge poetica “La voce a te donata”.

Dopo due ebook -“Sahél. Lettere perdute di te” e “21. Storie di ventunenni nel ventunesimo secolo”-, nel 2019 ho pubblicato finalmente il mio primo romanzo, “Il canto del mare”, da cui ho avviato in particolare un progetto scolastico sulla diversità e l’accettazione di sé che mi rende felice.

Le mie poesie hanno dato vita a diversi recital multietnici e progetti laboratoriali con le scuole. Tra i più importanti, i progetti a cura della prof.ssa Salerno presso la scuola media Guglielmino di Aci Catena e i recital organizzati dall’associazione multietnica Isola Quassùd.

Nel 2017 conseguo il Premio Nazionale 2017 Poesia edita Leandro Polverini.

“La voce a te donata” vince nel 2019 il Primo premio per poesia “Cecco D’Ascoli” .

Ho collaborato con diversi maestri dell’arte grafica e plastica tra cui: Susanna Barsotti, Valentina Fontanella, Estéban Pozzuoli, Carlo Cordua, Luigi Papotto, Vincenzo Tomasello, Benedetto Poma.

Amo infatti far dialogare l’arte con le parole.

Collaboro con alcune testate come CriticaLetteraria, Pangea, L’Estroverso, Il visionario blog di poesia, SicilianPost e LaSicilia.

Recentemente mi sono accostata a temi di grande impatto sociale e politico come quelli relativi a cosa significhi essere donna e persona con disabilità al giorno d’oggi. Ne parlo spesso insieme al Gruppo Donne UILDM e al gruppo redazionale di Femministerie che ha accolto alcuni miei pezzi.

Attraverso la mia pagina Facebook, “La Parola di Paola Tricomi”, il profilo Instagram, @paolatricomi e il mio canale YouTube, Paola Tricomos, cerco di narrare il mio amore per l’arte.

65440227_10216882175439850_7167989027600072704_o.jpg