Perché è il suo tempo

Verrà l’estate come l’ho sempre conosciuta nella terra stanca e ferma, ma nutrita di sogni di frutti e mare. Verrà l’estate opulenta di odori-suoni – di zagara, di gelsomino -, colori sparsi dell’arsura, dorato rosseggianti. Verrà l’estate anche se inutilmente, anche se non l’ho chiesta, anche se non è tempo, anche se la porta è…