Forse

Forse una miriade di pianeti 

con tempi diversi generano il collasso

di una cronologia;

Forse non ci siamo mai conosciuti, ma continua ad accadere

in più dimensioni senza che nessuno lo sappia;

Forse esiste un’altra me o milioni di altre me,

che furono o saranno,

o saranno una graduazione di miglioramenti,

o un indice di peggioramenti,

o un’altalena di cui nessuno tiene il decalogo,

che prenderanno vie così diverse da renderci

l’una l’opposto dell’altra, solo

per dire che non sei unica,

ma una leggera variante di qualcos’altro;

Forse averti perso non è mai accaduto e averti incontrato continua a ripetersi

senza che nessuno ne sappia niente,

ma potrebbe essere benissimo anche l’opposto

e comunque non ne sapremo niente;

Forse sei qui come io sono qui,

esattamente dove sono io, ovunque, 

finché resta questo pensiero non voluto

e ci resti confondendo le identità con le mancanze che accumulo

senza conto;

Forse quando giunge un lieve baluginare nel cuore

qualcosa nuovamente si ritrova nell’universo;

Forse per questo ci ritroviamo a guardare le stelle,

quel piroettare termonucleare,

senza che nessuno di noi lo sappia e

continuiamo a sentire.

 

Immagine: Carlo Corda, Opera senza titolo

15875277_1379315618769319_2916227167384484368_o.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...