Linee

Una linea ideale attraversa l’uomo

nel corpo.

Come il segmento è un’unione di punti,

così le vertebre.

Una linea ondulatoria

com’è reale la materia della natura:

plasmabile alle necessità.

Se l’esistenza di un esistente,

non solo uomo, non solo vertebrato,

potesse disegnarsi in un’immagine ideale,

potrebbe essere però un’elissoide,

di cui visibile resta un arco

(come il movimento di un girasole 

e, un quarto, una meteora nel cielo).

Anche solo credendo alle fibre del corpo,

innegabile è la parte invisibile,

com’è barcollante la certezza 

di una teoria razionale.

Forse ci muoviamo come i pianeti

e come i pianeti non sanno 

il tracciato del percorso,

muovono un moto inscritto 

nel loro corpo,

così procediamo.

Non si sa cosa sia 

ai fuochi,

c’è chi ne ignora l’esistenza,

ma, tratto il dado 

alla conquista dell’inafferrabile,

nella tensione al gesto incompibile

tutto si scontra, si regge, si incontra.

 

13886939_1020437781405617_9199441794474302207_n.jpg

Luigi Russo Papotto, “Forma ” polimaterica, anno 1981

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...