Lettera al mio cuore

Voglio imparare con te a collezionare varchi,

squarci, catenacci spezzati.

Credo di esserne certa:

non siamo qui per essere felici,

ma per lasciarci spalancare.

I lacci, i vincoli, i preziosi ricami,

le maglie salde e ben dorate

ci tengono, custodiscono, ritraggono

e sono le nostre catene.

La nostra staffetta da saltimbanchi:

quanto è inutile preservarci?

Il tempo ci ha consumato e consuma,

la miccia è accesa dal primo giorno.

Forse è una cometa,

forse solo oltre il salto.

E tu lo sai, lo sai bene. 

Me lo hai sempre sussurrato.

11406734_971483432885875_4142836594370356220_o

Carlo Cordua – “Non si apre!” (pastello su tela)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...