Come il filo la perla

Non ho interesse per il trascorrere al nulla.

Non è.

Non rendo cuore al trasumanar per corpi

che sfingi restano alla corrosione

come in polveri disfanno ali le farfalle.

Gli eventi, suggelli di rugiada

che il vento non dipana. Depone,

conduce.

Scalfire mi interessa

da parte a parte, l’anima:

traforarla.

Le anime dei miei Io che incontro,

che confondo dentro occhi,

che confluisco e faccio miei

in pantani di creazione perpetua.

L’anima di questo sospiro 

di mondo, voglio attraversare

come il filo la perla:

pazientemente, goccia per goccia.

E fare anima, la mia, 

una collana di eterno essere

che culla.

Non temere: non ho interesse al carpire,

collezionare esistenze imbalsamate.

Non rubo gioia, né essenza.

Attraversare per esaltare,

confondersi per radunarsi

amare per fare eternità.

Neanche la parola mi interessa,

la poesia:

il cuore, quello tuo dentro me

e mio, ritratto mio

definitivo. Radicale palpito

di vita e oltre, fermo sulla sponda.

perle-imitazione-img2b

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...