Soltanto una mano

A Fabrizio Rao e a coloro che nutrono la luce

Dove finisco 

quando finisco,

quando mi spengo,

quando sospendo

di navigare a vista,

quando si spegne la vista?

Dove sono soltanto una mano tesa,

dove non ho scelta, ma vivo l’arresa,

dove il confine nuovo è un orizzonte lontano,

dove mi sostengono braccia di un estraneo.

Tutto il mondo è lì,

il mistero.

L’universo si dispiega per intero.

Foto di Dario Giannobile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...