Noi tutti speriamo in un Paradiso

Noi tutti speriamo in un Paradiso in cui appaia ogni perdita e ogni ferita scompaia. E se fosse invece una sede in cui ogni mancanza è quiete? In cui ogni strappo è gioia che si gloria da sé e la forma si accetta per ciò che è? Il filo è un racconto che si spiega…

Alle tue dita

Per te non tesserò con stilo di laude poiché tu non verrai più a salvarmi, sebbene mi appelli spesso al tuo nome, quando il vuoto tenebra il giorno, braccio-abbraccio. Eppure vorrei tramutarmi in materia inerte che non sente e non dice, ma giace per te. Un lino di cielo che ti scalda la pelle sotto…

Non so di che si tratta

Sei nel bassoventre perché è la sede del desiderio. Sei nello stomaco perché è la sede dell’emozione. Sei nel cuore perché è la sede dell’essenza. Sei nella mente perché è la sede della forma. Eppure non hai luogo perché io stessa non ho luogo. Non coincido col mio corpo e non ho identità. Un tu…

Diaframma

Noi siamo ciò che non accetteremo mai di essere e lo sforzo di presentarci per ciò che non saremo mai. In questo diaframma crepe di magma, balugini di sonno a straccetti di ingenua luce oltre il coagulo di un corpo molle.   Foto di Susanita

La sinfonia di cui siamo

Le farfalle bianche e nere volano intrecciando i percorsi e non distinguono i loro colori. – Se non esiste una matematica cosciente, i ritmi sono immanenti alla vita, ed esistendo un prima e dopo, si sommano. Ma esistono stanze in cui la cadenza si altera, la conta tra zero e un milione è uguale, punti…

Chissà se la parola è come l’acqua

Chissà se la parola è come l’acqua che goccia dopo goccia buca la pietra. Dovrei sperare allora che il tuo cuore sia di pietra, ma si sa, le pietre non hanno moto, non battono, e soprattutto non hanno eco. – I muri sono fatti di mattoni: per sfondarli serve un carro armato, e io non…

Un posto a te

Trovare un posto a te è come trovare un posto ad una marea che muta ritmo e aspetto ad ogni istante e al centro ha un gorgo da cui tutto è inghiottito ma da cui ogni particella organica muove con ogni forza in senso opposto per sottrarsi. Tutto questo sta dentro ad un’altra marea che…

Si finisce

Si finisce per amare il coltello che ti ha trafitto perché è un vascello che ti ha condotto. – Si finisce a considerare casa un acquario perché è stato un tetto che ti ha protetto. – Si finisce a non distinguere la gioia dalla paura perché si sono commiste. – Si finisce a considerare bene…

Ci è

Quel che ci è concesso è un dono. Quel che ci è sottratto è un’opportunità. Ciò che ci trafigge crea spiragli. Ciò che ci limita ci forma. Ma il confine è solo un orizzonte di illusione: si trasforma ad un passo oltre. E se esiste un illusione consolatoria, non è illusione, se consola. Concedersi pace…

Fondo segreto

Se c’è un fondo dentro il fondo del tuo profondo, come un fondo segreto del cassetto -cercalo, puoi trovarlo-, abbaglia, abbaglialo con l’amore mio, suo è lo stesso e non lasciarti alla corrente che conduce al gorgo, anche se ti sembra te, ma con forze estreme aggrappati come ad una corda che nessuno ti ha…